Truffa WhatsApp

Negli ultimi anni l’utilizzo di smartphone è cresciuto a dismisura e insieme ad esso, anche le applicazioni di messaggistica e social. Quest’ultime sono molto comode, soprattutto WhatsApp, che permette di parlare con un altro contatto solo attraverso la rete internet.

Il lato della medaglia un po’ meno positivo è il fatto che anche le truffe si sono moltiplicate negli ultimi anni, proprio a causa della facilità con cui circolano sulle chat. Proprio in questi giorni una truffa che porta il nome della banca BNL sta derubando moltissimi utenti.

 

WhatsApp: attenzione al messaggio che utilizza il nome della banca BNL

La truffa in circolazione in questi giorni utilizza impropriamente il nome della banca BNL, per attirare più utenti possibili. Molti utenti hanno ricevuto un messaggio in cui viene rappresentato addirittura il logo della banca. Parla di un rimborso della somma di 50 euro e sotto al testo, è riportato un link su cui si dovrebbe cliccare per ricevere questo rimborso.

Una volta cliccato il link in questione, si aprirà una pagina in cui vi verranno chiesti tutti i vostri dati personali, per ottenere il rimborso. Ovviamente non riceverete alcun rimborso, anzi la maggior parte degli utenti si vedono svuotare il proprio conto. Le banche, compresa BNL, non utilizzano questi metodi per comunicare ai propri utenti rimborsi o altro e soprattutto non chiedono mai dati molto personali utilizzando la rete internet.

Bisogna stare molto attenti e diffidare sempre da messaggi di questo tipo, soprattutto quelli che riportano un link al proprio interno. Nel caso in cui doveste ricevere dei messaggi via SMS o e-mail che riportano anch’essi un link di banche o uffici postali, non apriteli e non cliccate assolutamente sul link. Basterebbero questi piccoli accorgimenti per evitare di essere truffati da qualsiasi persona.