snapchatÈ un periodo difficile per molte piattaforme social, si vedono nel mirino anche Facebook, Twitter. Non godono più di tanta fama per diverse ragioni come la faccenda riguardante la violazione della privacy che ha coinvolto Facebook poco tempo fa.

Adesso è il turno di Snapchat, la piattaforma nata pochi anni fa e che fin da subito ha avuto un grande successo, visto la sua innovativa idea di condivisione in stile “storie”, ma a cui Instagram ha subito messo i bastoni tra le ruote.

 

Il social network delle storie verso la fine dei suoi giorni

Un moneto per il fondatore di Snapchat, Evan Spiegel, quando ha ammesso qualche giorno fa, durante la comunicazione dei dati di utilizzo della sua piattaforma, che per la prima volta il numero di utenti sul social, attivi giornalmente, non solo ha smesso di crescere ma ha addirittura iniziato a diminuire.

Dopo la registrazione di 7 milioni di nuovi iscritti dello scorso anno, circa 3 milioni di utenti sembrano aver eliminato i loro account, un dato che non prevede un roseo futuro nonostante i profitti in aumento registrati contemporaneamente al calo di utenza. Questa situazione non vale solo per Snapchat, in questo momento diverse piattaforme stanno soffrendo e subendo la stessa sorte.

Anche Twitter sta avendo risultati insoddisfacenti durante quest’anno. Ha infatti registrato anche lui una perdita di un milione di utenti rispetto all’inizio del 2018. Facebook non sta invece subendo perdite ma comunque vive una stagione di stallo priva di crescite importanti.