facebook

Facebook bandirà dalla sua piattaforma tutti i post conteneti riferimenti alla campagna no-vax. Ad annunciare questa presa di posizione è il vice presidente delle politiche globali, Monika Bickret. La vice presidente, inoltre, ha illustrato passaggio per passaggio come avverrà questo procedimento, attraverso una newsroom su Facebook. Scopriamo di seguito i dettagli. 

Facebook dice no alla disinformazione sui no ai vaccini: ecco di seguito i dettagli

Nella Newsroom pubblicata dalla Bickret, visionabile a questo link, si può leggere: “ridurremo il ranking dei gruppi e delle pagine che diffondono informazioni errate sulle vaccinazioni in News Feed e Search. Questi gruppi e pagine non saranno più inclusi nelle raccomandazioni o nelle previsioni quando digiti  qualcosa nella barra di ricerca”.

Inoltre, nella nota che segue, possiamo vedere come il social di Mark Zuckerberg, si impegnerà a cercare e rimuovere ogni singolo annuncio no-vax: “Abbiamo anche rimosso le relative opzioni di targeting, come “controversie sui vaccini”. Per gli account pubblicitari che continuano a violare le nostre norme, potremmo adottare ulteriori provvedimenti, come la disattivazione dell’account pubblicitario. 

Facebook quindi, dopo l’ennesima rivoluzione per la privacy, torna a modificarsi in modo da non mostrare ne raccomandare più i contenuti di disinformazione ai danni dei vaccini ma, soprattutto, questo modifica arriverà anche nelle sezioni di ricerca di Instagram. 

Le informazioni per creare quindi l’algoritmo che scarterà tutti i contenuti no vax, arriveranno dall’organizzazione mondiale della sanità e, a quanto pare, a ogni post no vax, seguirà un post ufficiale per fare chiarezza.