Tempo di lettura: 2 minuti

carte e conti a rischioOgni giorno un nuovo tentativo di frode online tenta di svuotare le carte e i conti correnti di numerosi utenti. Email ed SMS, presentandosi come comunicazioni importanti da parte di aziende e istituti bancari, mirano frequentemente a truffare gli utenti che possono offrire inconsapevolmente l’accesso ai loro risparmi. La Polizia Postale ha segnalato di recente molti messaggi phishing che è opportuno ignorare ed eliminare. Chiunque potrebbe cadere in trappola ma è possibile identificare gli inganni e quindi evitarli.

Truffe online: carte e conti a rischio ma il phishing può essere evitato!

Capita sempre più spesso di ricevere messaggi ed email apparentemente ufficiali riguardanti informazioni importanti da parte, ad esempio, di banche e aziende. Frequenti sono appunto le email ideate dai malfattori utilizzando il nome di Poste Italiane, ma non solo.

Qualunque sia il falso mittente dietro cui si nascondono i cyber-criminali, le comunicazioni presentano caratteristiche identiche che differiscono soltanto per il contenuto del messaggio. Ogni email e ogni SMS, infatti, si presenta con tono intimidatorio. Così l’hacker mira ad incuriosire o spaventare la potenziale vittima esortandola a cliccare su un link o scaricare file allegati. La comunicazione giustifica quindi il suggerimento fornito dai malfattori che convincono così gli utenti a fornire dati e credenziali di accesso alle carte e ai conti.

Al fine di identificare l’intento fraudolento di queste email ed SMS, infatti, numerose aziende hanno ribadito ai loro clienti di non essere solite richiedere dati sensibili online. Nessuna banca, inoltre, contatta i suoi clienti tramite tali mezzi per delle comunicazioni importanti.