Tempo di lettura: 2 minuti

PostePay e BancoPostaLe truffe online utilizzano sempre nuovi mezzi per diffondersi e attaccare quanti più utenti. Le email, gli SMS, le app di messaggistica istantanea e addirittura i Social più noti sono sfruttati sempre più dai malfattori che tentano di derubare i titolari di carte e conti correnti. Ancora una volta a subire l’inganno sono i clienti di Poste Italiane possessori di carte PostePay e conti BancoPosta. 

PostePay e BancoPosta nel mirino dei malfattori, l’ultima truffa arriva su Facebook!

Anche Facebook è utilizzato illecitamente dai cyber-criminali per diffondere tentativi di frode online. Di recente un falso sorteggio esortava gli utenti a riscuotere dei premi inesistenti per ottenere poi le loro credenziali e, quindi, l’accesso ai risparmi. Questa volta l’inganno si presenta in maniera differente e sfrutta la pagina ufficiale di Poste Italiane, tramite la quale l’azienda fornisce assistenza ai suoi clienti.

La pagina Facebook, appunto, è spesso utilizzata dai clienti dell’azienda per richiedere informazioni circa la gestione delle carte e dei conti ma non sempre l’assistenza ottenuta è affidabile. I malfattori, infatti, stanno contattando direttamente in chat le potenziali vittime spacciandosi per operatori di Poste Italiane e fornendo una falsa assistenza. Iniziano richiedendo dati sensibili come il recapito telefonico e il codice fiscale e sfruttano quest’ultimo per effettuare l’accesso al conto online della vittima. Tramite il codice fiscale richiedono l’aggiornamento della password che consente di accedere all’area clienti del sito di Poste Italiane e richiedono alla vittima di fornire il codice ricevuto sul dispositivo che permette di procedere con la modifica delle credenziali.

L’utente, quindi, inconsapevolmente acconsentirà alla truffa fornendo tutti i dati necessari per offrire l’accesso al conto. E’ fondamentale, dunque, ricordare che l’azienda non richiede mai informazioni sensibili.