Tempo di lettura: 2 minuti

facebook

Sembra che Zuckerberg stia perdendo il suo predominio e potrebbe presto non essere più il presidente indiscusso e il Ceo di Facebook, e di tutto il colosso che ha creato dietro. Al momento è solo un’ipotesi ma, il prossimo 30 maggio, a seguito dell’assemblea per i maggiori azionisti, sapremo la verità. Alcuni di questi ultimi, infatti, sembra vogliono sbarazzarsi per sempre di Zuckerberg poiché, secondo alcuni rumor, non lo ritengono all’altezza del suo compito. Scopriamo di seguito i dettagli.

Zuckerberg fuori da Facebook: i maggiori azionisti pensano a un colpo di stato

Ritenuto principale responsabile dei disastri accaduti negli ultimi mesi, come le fughe di dati, i problemi sulla privacy e tutto il resto, Zuckerberg potrebbe vedere a rischio la propria posizione. Anche se tutti sappiamo che in fin dei conti non è colpa di Zuckerberg se, ad esempio, gli hacker attaccano la piattaforma e rubano dei dati, pare che gli azionisti di maggioranza stiano cercando un capro espiatorio per mettere la parola fine alle continue critiche e alle continue sanzioni da parte di autorità e governi, che arrivano ogni giorno.

Anche se i maggiori azionisti di Facebook sembrano essere persone di grande valore, attualmente pare che la cosa sia abbastanza impossibile poiché Zuckerberg, ad oggi, detiene più del 75% delle azioni con le quali, al momento di un’ipotetica votazione, il suo voto varrebbe 10 volte quello di tutti i principali azionisti.

Una cosa è certa però, tutta questa tensione all’interno del colosso di Menlo Park non fa bene a nessuno e alimenta soltanto gli animi creando inutili conflitti interni che a tutto servono tranne che aiutare Facebook nel difficile periodo che sta vivendo.