Tempo di lettura: 2 minuti

instagram

Una nuova ondata di regole di condotte si diramerà presto sul social network dei selfie che in un modo o in un altro vuole diventare un tantino più puritano. Giù nelle scorse settimane sono state divulgate le nuove linee guida di Facebook, il cui motto è “rimuovere, ridurre, informare”. Cosa aspetterà ad Instagram?

Selfie? Va bene, ma arriva la censura soft su Instagram

Sebbene siano più vaghe le linee guida, su Instagram queste rischiano di censurare presto una vagonata di contenuti che in sé e per sé di negativo non avrebbero nulla. Tutti ricorderanno la campagna #freethenipple iniziata qualche anno fa, beh: ora il gioco si fa più serio.

Secondo quanto stabilito dalle nuove condizioni e oltre ai post evidenziati come spam e violentemente grafici, verranno identificati anche quelli considerati “borderline” ossia tutti quei contenuti  «sessualmente allusivi, di cattivo gusto, o dannosi». Sebbene questi non verranno eliminati in via definitiva, Instagram ha deciso di oscurarne la loro presenza nelle pagine Esplora o negli Hashtag dove saranno più difficili da identificare.

Come reagirà il popolo di Instagram? Meh. In fin dei conti il social network è sempre stato famoso per la messa in mostra dei corpi. Se un nudo artistico diventa censurabile, anche le foto degli influencer in costume dovrebbero diventarlo e qui si sfiorerebbe il ridicolo. A sostegno di ciò anche The Outline si è espresso ed ha affermato che «il problema sono i nazisti, non i capezzoli».

Ricordiamo, infine, che in passato Instagram assieme a Tumblr ha perso il 30% di traffico per aver bannato i contenuti soft porn.