Sembravano essere una valida alternativa al consumo del tabacco, ma le sigarette elettroniche con il passare del tempo sta portanto qualche perplessità. Nella fase iniziale era una sorta di novità, quindi i fumatori volevano provare questa nuova esperienza. Altri, invece, per diminuire la dipendenza hanno optato a questo cambiamento.

Ma il dubbio più grande che ancora oggi non viene risolto, consiste nel capire se in realtà le sigarette elettroniche comporta dei danni alla salute non solo a chi la fuma, ma anche a chi ne respira le emissioni.

In merito a questo argomento si esposta in modo deciso l’Oms, ovvero l’Organizzazione mondiale della sanità.

 

Sigarette elettroniche e-cig sono dannose, non ci sono dubbi

Stiamo trattando un argomento delicato e come tale è opportuno che facciamo chiarezza. In prima linea si è spinta come già detto l’Oms, la quale ha attuato una campagna che ha l’obiettivo quello di demoralizzare chi ne fa uso.

Sul proprio sito ufficiale, l’ente delle Nazioni Unite specializzato nella salute in tutto il mondo, è presente una sezione dove si parla di questo argomento con domane e risposte.

Innanzitutto, ci sono diversi tipi di sigarette elettroniche e-cig che contengono varie quantità di nicotina ed emissioni ad alto rischio. Come dichiarato dall’Oms, le sigarette elettroniche sono dannose non solo per chi le fuma ma anche per coloro che respirano le emissioni.

Come è emerso dalle risposte ad alcune domande esposte sul sito internet, le sigarette e-cig aumentano il rischio di malattie cardiovascolari e soprattutto di malattie ai polmoni. Non ci sono prove scientifiche sufficienti con le quali si pensi che facciano smettere di fumare. Inoltre, fa sapere che se le sigarette elettroniche contengono la nicotina anch’esse sono portatrici di dipendenza.