Sole

Il Sole è la stella madre del sistema solare attorno alla quale orbitano i pianeti, inclusa ovviamente la nostra Terra. I dati fisici della stella raccolti e attualmente disponibili, testimoniano una temperatura superficiale di circa 5777 K (5504 °C). Però, ad oggi, non avevamo ottenuto immagini dettagliate della superficie solare se non fotografie eseguite a distanza non troppo ravvicinata.

Il “Daniel K. Inouye Solar Telescope” (Dkist) delle Hawaii ha affrontato questa sfida, realizzare per la prima volta al mondo foto dettagliate che mostrino la superficie del Sole.

Di fatto, le prime immagini del Sole raccolte dal Dkist sono davvero stupefacenti. Le foto mostrano con una precisione ed una nitidezza impressionanti un dettaglio di appena 30 chilometri la ribollente superficie dell’astro, la fotosfera. Dall’analisi delle fotografie, inoltre, si evidenzia una superficie gassosa caldissima tutta frammentata in “macchie” grandi quanto lo Stato del Texas, contornate da profili più scuri.

Per questa ed altre immagini dettagliate della superficie solare, visitate la pagina ufficiale del Dkist.

Sole_1

Il Dkist fotografa la superficie del Sole, ma non è stato il primo a farlo

Il Dkist è il nuovo telescopio solare con un diametro dello specchio primario di quattro metri ed è considerato attualmente il più grande osservatorio terrestre finora installato. Numerosi satelliti nel corso degli anni sono stati inviati per cercare di fornire maggiori informazioni sull’astro ma tra questi, il Dkist, è stato sicuramente uno dei migliori.

Però, si ricordano anche la sonda Solar Parker inviata dalla NASA che nel 2018 indagò l’atmosfera solare. Mentre, tra qualche giorno, la NASA insieme all’Esa Europea invierà la sonda Solar Orbiter (Solo) per sorvolare sui poli solari studiandoli in modo più approfondito di quanto non abbia fatto la sonda Ulisse lanciata nel 1990.

Il Sole è fondamentale per la vita sulla Terra e sentir dire dagli scienziati che tra circa 4,5 miliardi di anni probabilmente questa si spegnerà, vuol dire che sul nostro pianeta non ci sarà più nessuna forma di vita. Dunque, capiamo bene che studiare sempre più dettagliatamente il Sole e le sue caratteristiche fisiche  è fondamentale per la scienza astronomica. Infatti, solo così potremo comprendere al meglio i segreti delle stelle ma, ancor più importante, saper gestire meglio gli effetti che provoca sul nostro pianeta e quindi sulla nostra quotidianità.