Tim

Amare sorprese colpiranno presto gli utenti clienti di TIM a causa di alcune rimodulazioni che sopraggiungeranno entro fine mese. Stando a quanto rivelato dallo stesso operatore, infatti, una serie di modifiche contrattuali unilaterali avrà la meglio su diverse offerte conducendo molti clienti a dover effettuare ricariche di tagli sopraelevati rispetto al solito.

Trattandosi di modifiche unilaterali, precisiamo, ogni utente avrà la facoltà di recedere dal contratto gratuitamente: per poter fare questo, però, sarà necessario prestare particolare attenzione ad un dettaglio: scopriamo i dettagli.

TIM: al via gli aumenti su diversi contratto ricaricabili

Capire di quali contratti si stia parlando è un po’ difficile poiché al momento una lista integrale non è stata rilasciata. In ogni caso, però, sappiamo che a partire dal 27 febbraio saranno diversi gli aumenti applicati e colpiranno una serie di offerte che non fanno più parte del catalogo permanente dell’opera nazionale. A partire dalla data sopracitato, quindi, gli utenti interessati da tale operazione dovranno pagare il solito costo del loro contratto, ma maggiorato di 1,99 euro al mese.

Come anticipato sopra, ogni persona che non vorrà sottostare a tale rialzo potrà recedere anticipatamente e gratuitamente dal contratto per aprirne uno nuovo o passare ad un altro operatore. Per fare tutto ciò, però, sarà importantissimo rispettare la data limite che viene specificata nella comunicazione della modifica contrattuale. Quest’ultima potrà pervenire attraverso un SMS, l’app MyTIM o in bolletta, se la rimodulazione interesserà un’offerta per la casa.