Le app di Catalyst di Apple sono state progettate per aiutare a collegare il software tra le sue piattaforme macOS e iOS, e ora l’azienda sta facendo un ulteriore passo avanti consentendo gli acquisti universali tra le due piattaforme, come notato nell’Xcode 11.4 beta di Apple dallo sviluppatore Steve Troughton-Smith su Twitter . In altre parole, se gli sviluppatori scelgono di abilitarlo, i clienti che acquistano la versione di un’app del Mac App Store la riceveranno anche sui loro dispositivi iOS e viceversa.

La nuova funzionalità sembra simile a come Apple offre già app iOS per iPhone, iPad, Apple Watch e tvOS, dove l’acquisto dell’app consente agli utenti di accede su tutte le piattaforme. Gli sviluppatori, ovviamente, hanno ancora la possibilità di distribuire e vendere versioni separate delle loro app per piattaforme diverse, se vogliono monetizzare separatamente le versioni Mac, iOS e iPad della loro app, ma le app universali sono molto più comuni in l’ecosistema iOS al giorno d’oggi.

 Una grande rivoluzione

La nuova funzionalità sembra essere una parte importante dei piani di Apple per incoraggiare gli sviluppatori a creare più app Catalyst: gli acquisti universali saranno abilitati per impostazione predefinita in Xcode 11.4 e gli sviluppatori saranno in grado di aggiungere app Mac esistenti per supportare anche gli acquisti universali.

Le app Catalyst sono state lanciate in macOS 10.15 Catalina all’inizio di quest’anno dopo un lungo periodo di prova di Apple sulla versione macOS 10.14 “nome in codice Marzapane”. L’idea è che gli sviluppatori Mac possono utilizzare le app Catalyst per semplificare il porting su app iOS (basate sul framework software UIKit di Apple) su macOS senza dover riscrivere l’intera app per il framework software AppKit tradizionalmente utilizzato sul desktop.