Gli Apple Store in Cina sono stati chiusi il 1° febbraio in risposta al coronavirus, e la società  dichiara che rimarranno tali fino al 9 febbraio. Le pagine web del negozio affermano che riapriranno lunedì, ma un promemoria per il personale locale al dettaglio e alle persone il capo Deidre O’Brien suggerisce che è improbabile.

Il governo cinese aveva suggerito il 10 febbraio come data in cui le imprese avrebbero ripreso le operazioni, ma sembra che Apple potrebbe adottare un approccio in due fasi.

MacGeneration ha visto il memo, riprodotto per intero sotto. Afferma che mentre Apple sta lavorando per riaprire i suoi uffici, le cose potrebbero richiedere più tempo per i negozi.

I negozi al dettaglio di Apple stanno lavorando attivamente per riaprire in una data che sarà determinata la prossima settimana. Ulteriori decisioni in merito a pulizia, protocolli sanitari e restrizioni locali negli spazi pubblici. I team di vendita al dettaglio riceveranno aggiornamenti dai loro gestori alla data di apertura del loro negozio e su altri passaggi di supporto che stiamo intraprendendo.

Forse sarà tutto rimandato

Con una decisione da prendere nella settimana lavorativa che inizia il 10 febbraio, ciò sembrerebbe escludere la possibilità di riapertura in quella data. Il promemoria prosegue dicendo che Apple prevede che il processo di ripresa del lavoro sarà graduale.

“Mentre si lavora insieme per riprendere gradualmente alla normalità nelle prossime settimane, il tuo benessere è la nostra prima priorità. Siamo profondamente grati a tutti per aver affrontato questo periodo difficile con la massima empatia e comprensione.”

Il CEO Tim Cook aveva precedentemente dichiarato che l’epidemia di coronavirus crea “incertezza” per l’azienda, con Apple che ha scelto di prevedere una gamma di orientamento più ampia del solito per il trimestre in corso.