supercam

Il 2020 sarà un anno in cui la NASA si concentrerà molto sullo studio del Pianeta rosso del nostro sistema solare. Per poterlo fare, l’agenzia spaziale americana invierà un rover su Marte nel contesto della missione Mars 2020. In modo particolare, quello che stupisce gli astronomi riguarda uno degli strumenti che si troveranno a bordo del rover: la SuperCam.

La SuperCam è il risultato di un progetto a cui hanno partecipato centinaia di ingegneri. Si tratta di una camera che utilizza un raggio laser pulsante che può “sparare” dalla parte superiore del rover stesso. Il raggio laser rappresenta una sorta di prolungamento del braccio robotico stesso e può raggiungere siti che il braccio robotico non riuscirebbe a raggiungere. Sostanzialmente il raggio laser serve per vaporizzare le piccole porzioni di roccia che gli studiosi esamineranno da remoto. Già lo stesso raggio laser permetterà di analizzare gli obiettivi prima di ulteriori indagini. Questo permetterà agli scienziati di avere precoci informazioni sulla composizione chimica.

Diamo un’occhiata al video di seguito e capiamo come funziona il raggio laser della SuperCam.

Cosa permetterà di scoprire su Marte la SuperCam della NASA?

La SuperCam è una versione più avanzata della ChemCam che si trova a bordo del rover Curiosity. Infatti, la SuperCam utilizzerà software basati su algoritmi di intelligenza artificiale molto più complessi di quelli della ChemCam. In tal modo, la SuperCam permetterà al rover della missione marzo 2020 di essere un po’ più autonomo.

Inoltre, la SuperCam avrà la possibilità di utilizzare un laser verde per analizzare la composizione molecolare delle componenti individuate. Potrà anche utilizzare la luce visibile ad infrarossi riflessa dal Sole per studiare il contenuto delle rocce e di sedimenti di vario tipo. Infine, la SuperCam del rover sarà dotata anche di un microfono che servirà per far capire ai ricercatori sulla Terra quando il laser colpisce il bersaglio. Non solo, il microfono potrà essere utilizzato anche per registrare il suono prodotto dal paesaggio marziano.

Lo straordinario dispositivo realizzato è frutto di un lavoro che ha coinvolto davvero un nutrito numero di scienziati. Il sistema sviluppato è innovativo e permetterà di fornirci più informazioni sul Pianeta rosso del nostro Sistema Solare.

L’articolo completo relativo alla SuperCam e alla missione Mars 2020 lo trovate sul sito della NASA.