Apple sta per tornare a raggiungere livelli record nonostante sia stata colpita dalle paure del coronavirus, ha detto Todd Gordon di Ascent Wealth Partners.

Il gigante della tecnologia è caduto proprio sulle previsioni degli analisti, secondo cui lo scoppio del virus potrebbe ritardare la produzione e le vendite di iPhone, dato che le fabbriche dei suoi fornitori in Cina rimangono chiuse. Ma Gordon crede che con il produttore di iPhone(la fabbrica di Foxconn) che ha ottenuto il via libera lunedì per riaprire due delle sue fabbriche cinesi, la società potrà forse spedire tutto entro quanto stabilito.

“Credo che una volta che saremo tornati alla piena operatività qui,  la società potrà finalmente interrompere questo protocollo di emergenza“, ha detto martedì su “Trading Nation” della CNBC.

 

La paura è quella di investire in borsa

Per quanto riguarda invece le ultime quotazioni di Apple in borsa, ci sono molti analisti che “scommettono” su un probabile resconto finale di marzo che ammonta a 355 punti.

Ciò significa che se Apple dovesse cadere e chiudere cosi il trimestre al di sotto dei 325 dollari per azione alla scadenza del 20 marzo, gli investitori potrebbero perdere una gran fetta di guadagno. Ma se Apple dovesse chiudere oltre 335 alla data di scadenza, sipotrebbe ottenere un profitto massimo di circa 592 sul commercio.

Sebbene le chiusure dei suoi stabilimenti iPhone in Cina abbiano messo sotto pressione lo stock, quest’anno Apple rimane in crescita di quasi il 9%. Lo stock di martedì ha chiuso in calo dell’1% a 319,61 dollari al cambio.