Microsoft sta espandendo il suo servizio Project xCloud su iPhone oggi. Il gigante del software sta lanciando una versione beta di xCloud tramite il servizio TestFlight di Apple, consentendo ai tester xCloud di provare il servizio su un iPhone o iPad. È la prima volta che vediamo un servizio di streaming di giochi cloud apparire su iOS dai tempi di OnLive, e l’app iOS di OnLive è finita nel dimenticatoio da quando la società ha deciso di non approvarla. Anche Stadia di Google e GeForce Now di Nvidia non sono ancora disponibili e nessuna delle due società è stata in grado di dirci quando ciò potrebbe cambiare.

A quanto pare Microsoft aveva bisogno di apportare alcune modifiche per placare Apple. “Per rispettare le politiche dell’App Store, l’esperienza di anteprima su iOS potrebbe apparire diversa per coloro che l’hanno testato su Android”, spiega Larry Hryb di Microsoft in un post sul blog.

 

Manca ancora un piccolo sforzo

Le norme di Apple, che Microsoft non rivela o spiega, significano che solo un singolo titolo funzionerà con i dispositivi iOS. Halo: The Master Chief Collection e sarà disponibile per i 10.000 tester a cui Microsoft invierà l’anteprima. L’app è inoltre limitata a xCloud e non include la funzionalità Streaming da una console Xbox.

Non è chiaro quali siano i limiti di Apple o perché il produttore di iPhone continui a limitare i servizi di streaming di giochi basati su cloud dal lancio sui suoi dispositivi iOS. Google ha lanciato il suo servizio Stadia con un’app iOS di base che non supporta lo streaming e Microsoft sembra andare avanti con i test nella speranza che si approvi finalmente questo tipo di app. Apple ha impiegato quasi un anno per approvare l’app Steam Link di Valve, anche se trasmette principalmente giochi dal PC di casa.

App simili come Remotr e Rainway sono anche apparse su App Store, ma non servizi di streaming curati. La più vicina è l’app iOS di Blade per Shadow.