smartphone

Quasi tutti, al giorno d’oggi, possiedono un dispositivo mobile che sia uno smartphone, un tablet o altro. Si calcola che più della metà degli utenti smartphone usino il loro dispositivo mobile più di cinque ore al giorno. L’uso eccessivo sia dello smartphone che del tablet o, in generale, delle moderne tecnologie, sembra correli con la comparsa di vere e proprie patologie o persino di lesioni.

Infatti, oggi esistono delle patologie certificate derivanti da un utilizzo smodato dei nostri dispositivi mobili che interessano, in modo particolare, i muscoli e i nervi. Si parla, ad esempio, del cosiddetto “pollice dello swiper” o del “gomito del selfie” o della “mano dell’iPad”. Nella maggior parte dei casi si tratta di tendiniti localizzate. Tra queste, gli scienziati hanno individuato anche la tenosinovite di De Quervain, un’infiammazione del tendine che parte dal pollice. Le tendiniti, però, non interessano solo le braccia o i gomiti ma possono delocalizzarsi e coinvolgere anche le dite e i polsi. Infatti, può succedere che quando si digitano numerosi messaggi al giorno si avverta un senso di vero e proprio intorpidimento ed indolenzimento alle mani e alle dita.

Le patologie da eccessivo uso di smartphone più comuni

Inizialmente, i dolori che si presentano a livello tendineo o articolare sembrano essere transitori e di poca importanza ma, col passare del tempo, questi stessi dolori tendono a cronicizzare tanto da dover ricorrere alla somministrazione di farmaci antinfiammatori e ad un cambio repentino delle abitudini. Nei casi più gravi bisogna ricorrere persino ad interventi chirurgici per correggere i tenditi infiammati.

Un’altra patologia da uso eccessivo di smartphone è il cosiddetto “gomito del cellulare”. Si tratta di una patologia del tunnel cubitale, una sorta di irritazione del nervo ulnare che va dal gomito al mignolo. La sintomatologia comprende intorpidimento delle dita (in particolare, l’anulare e il mignolo) e la necessità di stringere la mano. Infine, un’altra sindrome, sicuramente la più diffusa, è quella del tunnel carpale. Questa patologia insorge a causa di una scorretta postura o per un eccessivo utilizzo dei computer desktop. Anche in questo caso, nelle situazioni più critiche, bisogna eseguire esercizi fisici appositi ed utilizzare farmaci antinfiammatori.

Dunque, è importante limitare il tempo passato davanti ai nostri smartphone o tablet ed impiegarlo per conversare di più o svolgere semplicemente una moderata attività fisica come, ad esempio, una bella passeggiata all’aria aperta che fa bene sia alla mente che al corpo.