CO2

Numerosi studi, negli anni, hanno evidenziato che la maggior parte delle regioni a clima mediterraneo tendono a divenire meno piovose per via del riscaldamento globale. Tuttavia, la rapidità con cui l’aumento di gas serra, come la CO2, influenza il clima delle regioni mediterranee ha finora ricevuto poca attenzione. A dimostrare che le concentrazioni di questo gas hanno un effetto negativo sulle precipitazioni piovose in questa zona è stato uno studio recente.

Questo studio condotto dal Cnr-Isac in collaborazione con l’Università di Reading è stato pubblicato sulla autorevole rivista Pnas. Giuseppe Zappa, dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Cnr è il principale autore dello studio e in tale lavoro, rivela nuovi meccanismi con cui il cambiamento climatico influenza regioni caratterizzate da clima mediterraneo. Tra queste ultime si annoverano, ad esempio, la California, il Cile e l’area mediterranea stessa.

CO2 e precipitazioni nelle regioni Mediterranee. Ecco cosa hanno evidenziato gli scienziati

Lo studio dimostra che ogni volta che vi sono emissioni di CO2 in atmosfera, questo gas inizia ad influenzare negativamente ed immediatamente il clima. In particolare, si registrano ripercussioni notevoli sul clima che, però, si manifestano in modo lento e costante. Altri cambiamenti climatici, invece, sono rapidi e possono essere controllati rapidamente stabilizzando le concentrazioni di CO2 in atmosfera.

Lo studio, mediante simulazioni di modelli di clima, dimostra che la riduzione delle piogge nel Mediterraneo ed in Cile avviene in modo rapido. A fronte di queste osservazioni eseguite durante le analisi, il dottor Zappa ha affermato:

« Questo implica che stabilizzare le concentrazioni di gas serra avrebbe come immediata conseguenza quella di sospendere la tendenza al calo delle precipitazioni, con beneficio per le risorse idriche di quelle aree nel giro di pochi anni».

Ridurre le emissioni della CO2 e di tutti gli altri gas serra ha dunque un effetto benefico anche nell’immediato oltre che nel lungo termine, per le precipitazioni delle regione Mediterranee.