Le restrizioni ai viaggi in Cina a causa del coronavirus sono arrivate proprio nel momento in cui gli ingegneri di Apple di solito partono per perfezionare la produzione annuale di iPhone, secondo quanto riferuiti da ex dipendenti ed esperti della catena di fornitura Reuters.
La produzione ad alto volume non è programmata fino all’estate, ma i primi mesi dell’anno servono ad avviare i processi di assemblaggio con partner come Foxconn di Hon Hai Precision Industry, hanno detto due ex dipendenti Apple.

“Probabilmente hanno una catena di montaggio su cui stanno provando alcune cose”, ha detto uno degli ex dipendenti che ha chiesto di rimanere in anonimato.

Gli ingegneri Apple hanno gli ingegneri Foxconn? Se sono arrivati, probabilmente stanno facendo progressi. Ma se non ci sono, se sono in quarantena, potrebbe essere un male.

 

Un duro colpo per entrambe le società

Anche se Apple utilizza altri produttori a contratto come Wistron Corp per realizzare alcuni iPhone, è Foxconn di Taiwan tende a gestire l’introduzione di nuovi modelli perché le sue capacità sono le più avanzate, hanno affermato gli esperti della catena di fornitura.

Foxconn, il più grande produttore mondiale di elettronica, ha ritardato la riapertura delle principali fabbriche iPhone a Shenzhen e Zhengzhou dopo le vacanze di Capodanno, ma spera di riprendere metà della sua produzione cinese entro la fine di febbraio.

Gli alti funzionari Foxconn hanno lavorato a distanza da Taipei da quando sono arrivate le vacanze e molti non sono ancora tornati in Cina, ha detto a Reuters una persona con conoscenza della questione, parlando in generale dei funzionari dell’azienda.

Apple ha rifiutato di commentare. Foxconn non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

La scorsa settimana, Apple ha avvertito gli investitori che era improbabile raggiungere gli obiettivi di fatturato per i primi tre mesi del 2020 e che le forniture globali di iPhone sarebbero state limitate poiché i siti di produzione in Cina non stavano aumentando la produzione più rapidamente del previsto.

Foxconn ha dichiarato questo mese che l’epidemia di coronavirus avrebbe ridotto le sue entrate quest’anno.