memoria

Avete problemi di memoria e faticate a ricordare le cose? Tranquilli, l’esercizio fisico potrà aiutarvi a migliorarla o quantomeno a farla rimanere nello stesso livello quantitativo. A dimostrarlo è una ricerca condotta da studiosi dell’Università del Kent.

Questo studio rivela come eseguire una regolare e moderata attività fisica possa aiutarci a migliorare la memoria. Per esercizi fisici ad “intensità moderata”, gli studiosi intendono una camminata veloce, un esercizio aerobico o una corsa in bicicletta. In ogni caso, si parla di esercizi non faticosissimi che possono essere benissimo eseguiti dalla maggior parte delle persone.

In particolare, il beneficio maggiore si registra nella componente della memoria a lungo termine. Lo studio, pubblicato sulla rivista Neurobiology of Learning and Memory, ha preso in esame varie tipologie di esercizi differenti per intensità o per durata delle fasi di riposo in relazione all’influenza che possono avere sui test della memoria. Secondo i ricercatori, l’importante non è eseguire sforzi fisici molto intensi né bisogna sovraccaricarsi di lavoro per ottenere miglioramenti nell’area cognitiva.

Proprio sulla scorta di questo, i ricercatori ritengono importante stabilire delle linee guida più chiare in questo senso. Solo così sarà possibile aiutare tutte quelle persone che manifestano deficit di memoria. Tali linee guida andrebbero introdotte già durante la fase scolare ma anche nei luoghi di lavoro per sensibilizzare i soggetti su tale questione.

Quindi svolgere una semplice passeggiata a passo svelto e non una maratona potrà aiutarci a migliorare la nostra memoria e ci potremmo sicuramente accorgere che, oltre ad un beneficio cognitivo, l’esercizio fisico ci fornirà un benessere psichico e fisico.