Le indiscrezioni sul nuovo iPhone 12 suggeriscono molte possibilità per il prossimo flagship di Apple, ma questi nuovi rumors hanno un brevetto a sostegno delle loro ipotesi. La società sta lavorando su sensori di pressione in-display che consentirebbero allo schermo di rispondere al tocco normalmente quando è coperto d’acqua.

Il brevetto di Apple per “Rilevamento di forza o tocco su un dispositivo mobile usando un rilevamento capacitivo o di pressione” suggerisce che ha un piano per impedire che il display di iPhone, iPad o Apple Watch si attivi quando è coperto da goccioline d’acqua. PatentlyApple ha individuato questo brevetto, numerato 2020/0064952, nel database USPTO.

Il brevetto descrive diversi modi in cui questa tecnologia potrebbe funzionare. La maggior parte utilizza un meccanismo in grado di determinare la quantità precisa di forza applicata al display di un dispositivo e di calibrare i sensori in-display per riconoscere la differenza tra un dito e l’acqua.

 

Finalmente la tecnologia che aspettavamo

Quando l’acqua è ora sullo schermo, che si tratti di goccioline di pioggia o di sudore o di una bevanda versata, si sa che il telefono non risponde bene al tuo tocco come quando è asciutto. Questo perché gli attuali sensori dell’iPhone registrano la pressione dell’acqua come tocco e non riescono a distinguerla dal dito.

I dettagli precisi della proposta di Apple sono complessi e i diagrammi sono grezzi, ma la frase “immersa in un fluido” emerge abbastanza da farci pensare che l’obiettivo finale sia un display che è completamente reattivo sott’acqua.

I recenti iPhone e Apple Watch di Apple erano già impermeabili, nel senso che i dispositivi non vengono danneggiati dall’immersione in acqua. Ma l’aggiunta di un qualche tipo di sensore del display che riconosce il tocco di un utente aprirebbe la porta all’uso dei dispositivi Apple in piscina o doccia senza coprirli con un sacchetto di plastica come già fanno alcune persone.