asteroidi

Gli asteroidi sono piccoli corpi celesti simili per composizione ad un pianeta terrestre generalmente privi di una forma sferica. A volte, passando vicini al nostro Pianeta questi piccoli corpi celesti possono impattare sulla superficie della Terra, determinando conseguenze più o meno importanti. Un nuovo sistema di intelligenza artificiale sembra sia stato in grado di individuare 11 asteroidi che, non prima del 2131, potrebbero impattare sul nostro Pianeta.

Infatti, la pericolosità degli 11 asteroidi individuati dall’AI era sconosciuta prima dell’utilizzo del sistema di AI tanto che neanche la NASA li considerava pericolosi. Nonostante il pericolo correlato alla presenza di questi 11 corpi celesti che vagano, la buona notizia è che questi non impatteranno nell’immediato. Infatti, sembra che il primo di questi raggiungerà la superficie terrestre non prima del 2131 e l’ultimo, impatterà nel 2923. Ironicamente, possiamo affermare di avere abbastanza tempo per pensare ad una soluzione.

Ecco come il sistema di AI ha individuato gli asteroidi e calcolato quando impatteranno sulla Terra

Ricercatori dell’Università di Leiden hanno messo a punto il sistema di intelligenza artificiale che ha individuato gli asteroidi stimandone il tempo di impatto. Gli scienziati, in particolare, hanno pensato di allenare una rete neuronale per scovare possibili minacce presenti nel Sistema Solare. Il loro lavoro, svolto egregiamente, ha infatti condotto all’individuazione degli 11 corpi celesti i quali, possiedono un diametro superiore a 100 metri.

Per “addestrare” la rete neuronale, i ricercatori olandesi hanno usato un metodo tutt’altro che semplice e che lavora in modo inverso rispetto al normale studio di previsione delle orbite. Infatti, sul supercomputer gli scienziati hanno fatto “girare” la rete neuronale e hanno spinto il tasto FFW, avanti veloce fino a 10.000 anni nel futuro. Hanno, successivamente, riavvolto il nastro facendo partire asteroidi “virtuali” come se questi avessero impattato sulla Terra. In questo modo, il sistema di AI ha studiato la distribuzione delle orbite degli asteroidi alla data odierna.

Capiamo bene come anche nel campo dell’astronomia e nel settore della protezione planetaria da minacce esterne, i sistemi di intelligenza artificiale possono fare la differenza. Ovviamente, anche il sistema messo a punto ed utilizzato dai ricercatori olandesi dovrà essere ulteriormente perfezionato affinché i dati da esso estrapolati possano essere considerati veritieri. In tal modo, sarà anche possibile cercare di individuare l’arrivo di un asteroide sulla Terra con largo anticipo e pensare ad una strategia per prevenire l’impatto.

Lo studio condotto dai ricercatori dell’Università di Leiden è stato pubblicato sulla autorevole rivista Astronomy & Astrophysics.