ere glaciali

Enormi blocchi di ghiaccio marino sciolti nell’Artico sono poi defluiti nell’Oceano Atlantico ed hanno contribuito ad importanti cambiamenti climatici. Tali blocchi ghiacciati sono il risultato dell’ultima delle ere glaciali, che ha avuto luogo da 8.000 a 13.000 anni fa.

Lo studio che dimostra i cambiamenti climatici avvenuti dopo l’ultima era glaciale è stato pubblicato sulla rivista Geology e condotto da ricercatori dell’Università del Massachusetts di Amherst e del Woods Hole Oceanographic Institution. Nel loro lavoro, gli scienziati hanno evidenziato che dopo la fine dell’ultima delle ere glaciali ci sono state numerose fasi fredde. Queste ultime, non hanno ricevuto esaustive spiegazioni negli anni. In particolare, circa 12.900 anni fa, si è verificato un periodo molto freddo. Quest’ultimo è molto problematico da spiegare al punto che i vari scienziati hanno proposto vari fenomeni come le cause di questo cambiamento climatico consistente. Tra questi, i ricercatori includono la presenza di impatti di meteoriti o pesanti eruzioni vulcaniche globali.

Il ghiaccio scioltosi durante quel periodo, noto con il nome Dryas, deriverebbe secondo le ipotesi di alcuni ricercatori autori dello studio, dalla rottura periodica del ghiaccio del Mar Glaciale Artico. Questo ghiaccio, sciogliendosi, potrebbe determinare inondazioni di acqua dolce nei mari nei pressi della Groenlandia, della Norvegia e dell’Islanda. La quantità di acqua fredda e fresca, sviluppatosi dallo scioglimento di questo ghiaccio artico, sarebbe stata così alta da innescare bruschi raffreddamenti globali.

I ricercatori hanno spiegato:

«I nostri risultati mostrano che il ghiaccio proveniente dall’Oceano Artico stesso potrebbe aver svolto un ruolo importante causando bruschi cambiamenti climatici in passato».

Ciò è dimostrato dal fatto che, in passato, l’Oceano Artico era coperto da strati di ghiaccio molto più spessi di quelli presenti negli ultimi decenni, diventati sempre più piccoli a causa del riscaldamento globale in corso, conseguenza diretta delle attività umane.