desiderio di giocare

Oggi il desiderio di giocare d’azzardo è aumentato sempre più. Ciò, perché la crisi ha condotto alla perdita di posti di lavoro e la gente dunque spera di riuscire a far soldi giocando. Oppure, per il semplice volere di farlo. In qualunque caso, quando si inizia a giocare, sembra non ci si riesca più a fermare. È come se chi giocasse fosse attratto dal fascino di questi giochi.

Uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università di Alberta, ha dimostrato come questa attrazione verso le slot-machine sia correlata ai suoni ed agli effetti visivi emessi dalle stesse macchinette. Quest’ultimi, è come se inducessero chi si trova davanti alla slot-machine a giocare sempre di più. Questo studio, pubblicato sulla rivista Addiction, è stato coordinato dalla psicologa Maria Spetch. La dottoressa Spetch chiarisce sin da subito che questo discorso dell’aumentato desiderio di giocare vale anche per le slot-machine virtuali e non solo per quelle dei casinò.

Quali suoni e simboli nelle slot-machine aumentano il desiderio di giocare?

Nel loro studio, il team di scienziati ha notato che soprattutto il suono delle monete e il simbolo del dollaro rappresentano i suoni e gli effetti visivi più “ammalianti” per chi gioca. Proprio questi suoni e queste immagini, rendono le vincite, quasi sempre sporadiche, memorabili.

Infatti, a tal riguardo, la stessa dottoressa Spetch ha affermato:

«Tali segnali sono prevalenti nel casinò e probabilmente aumentano il fascino del gioco d’azzardo delle slot-machine».

Inoltre, durante la loro indagine, i ricercatori hanno potuto constatare che i soggetti sottoposti a questi esperimenti preferivano giocare su macchinette più ricche di questi segnali e suoni.

Ognuno di noi deve essere consapevole che l’attrazione che queste macchinette possono esercitare su di noi può essere davvero molto forte. Infatti, sono numerosi i casi di ludopatia, cioè si soggetti malati di gioco. Le “vittorie” che possiamo ottenere giocando alle slot-machine, possono essere solo di parte. Bisogna sapersi divertire con moderazione, poiché l’aumento smodato del desiderio di giocare può davvero buttarci in un baratro da cui è davvero difficile riemergere.