La nuova emergenza Coronavirus ha colpito l’Italia e quindi gli italiani ad ogni livello, alterando drasticamente la routine di ognuno di noi.

Le piccole e medie imprese insieme ai lavoratori indipendenti hanno risentito maggiormente dell’emergenza, si trovano quindi a dover fronteggiare una situazione mai vista prima.

A venire incontro, per cercare di lenire queste difficoltà, è proprio il Fisco italiano, infatti è stato deciso all’unanimità di prorogare le scadenze fiscali che i vari contribuenti devono rispettare, tra cui il tanto temuto 730.

L’Organo governativo ha preso questa decisione, per permettere a tutti di superare e riprendersi dalla scossa subita dall’emergenza in corso, senza incappare in guai finanziari per non aver rispettato le scadenze.

Ecco la nuova data

La data di scadenza per la consegna del 730 ha subito uno spostamento dal 23 di Luglio al 30 Settembre 2020, un parentesi di tempo decisamente importante, che lascia a tutti i contribuenti un ottimo range cuscinetto di tempo per regolamentarsi a dovere.

Bisogna precisare però che questo è un rinvio della scadenza finale, non uno spostamento delle stesse, questo significa che la data da cui è possibile presentare il modello 730 rimane invariata.

Quindi chiunque non ha problemi di sorta nel presentare il modulo per la dichiarazione dei redditi, può tranquillamente farlo in anticipo rispetto al 30 Settembre, seguendo i tempi standard previsti, potendo perciò avere i rimborsi anche in anticipo rispetto alla scadenza.

Ovviamente il Caf avrà i suoi classici 14 giorni per elaborarlo e presentarlo, per poi ricevere, nel mese successivo, i conguagli direttamente in busta paga o le detrazioni in caso di imposte aggiuntive da dover pagare.

Una buona notizia non c’è che dire, vista la grande emergenza che ognuno di noi sta affrontando, non resta dunque che attendere l’evoluzione della vicenda, sperando si risolva tutto per il meglio.