frutta e verdura

Da sempre sappiamo che mangiare molta frutta e verdura fa bene al nostro corpo. Questo perché si tratta di alimenti ricchi di acqua, vitamine e sali minerali. Un vero toccasana per il nostro organismo. Ma secondo una recente ricerca, un abbondante consumo di frutta e verdura sarebbe particolarmente importante per le donne in gravidanza. Infatti, in questa condizione, porterebbe ad un migliore sviluppo cognitivo nei loro bambini anche fino ad un anno dopo la nascita.

Ricercatori dell’Università di Alberta hanno condotto lo studio che dimostra questa particolare correlazione. In realtà, una ricerca del genere non è la prima, ma questo nuovo studio differisce da tutti quelli precedenti per i formidabili risultati ottenuti. Infatti, questi ultimi, hanno realmente stabilito che il consumo di frutta, in particolare, determina netti miglioramenti nello sviluppo cognitivo dei bambini. Per confermare ancor di più i risultati ottenuti, gli scienziati hanno eseguito esperimenti sui ratti: quelli nati da madri la cui dieta era stata integrata con succo di frutta, mostravano risultati sicuramente migliori nei test della memoria.

Claire Scavuzzo, una delle autrici dello studio, a fronte dei risultati ottenuti, ha dichiarato:

«Consideriamo queste informazioni particolarmente utili per le madri in gravidanza, in quanto offrono un intervento dietetico non farmacologico per favorire lo sviluppo del cervello infantile».

Quindi, possiamo ben comprendere come la qualità nutritiva della madre durante la gravidanza influenza notevolmente la salute mentale dei nascituri anche dopo mesi dalla nascita. Gli stessi autori dello studio sostengono che una dieta ricca di frutta e verdura durante la gravidanza è di fondamentale importanza poiché rappresenta uno dei modi più efficienti per far sì che il bambino inizi la vita nel miglior modo possibile.

Lo studio è interamente riportato sulla autorevole rivista scientifica PLOS ONE.