5gAbbiamo già parlato in precedenza della nuova rete 5G che si sta progressivamente espandendo a livello mondiale. Al momento attuale senza ombra di dubbio Tim, Vodafone Wind 3, iliad e Fastweb stanno già iniziando a rendere questa rete disponibile e le relative celle sono state attivate in giro per l’Italia. Questo tipo di operazione ha comunque avuto un costo immenso che nel complesso ammonta attualmente a 6,5 miliardi di euro da parte di tutti gli operatori. Ad ogni modo la rete 5G è attualmente la più veloce e funzionale che c’è in Italia. Per quale motivo allora esistono persone che la ritengono pericolosa per la salute umana?

Rete 5G, cosa sappiamo in merito a eventuali pericoli che la seguono

L’attuale paura delle persone è l’eccesso di radiazioni a cui le celle installate ogni 500 o 1000 m della rete 5G, rischiano di sottoporle. Sebbene questa possa essere una realtà effettiva, l’aumento di radiazioni non sarà un problema, poiché progressivamente con l’aumentare della copertura direte 5G, andrà a diminuire quella della vecchia rete 3G di cui verranno invece spente tutte le antenne pian piano. Lo studioso Martin Pall ha condotto una serie di analisi e non solo lui, ma anche altri studi hanno verificato che non ci sono pericoli di questo genere.

Vi ricordiamo che la linea 5G non è un evoluzione della 4G LTE, ma una cosa del tutto nuova è molto più veloce che promette di arrivare a raggiungere una velocità di 20 e 10 GBPS in download è in upload e le cui frequenze andranno sui 300 GHz e non sui 5 GHz. Grazie a queste ed altre caratteristiche la rete 5G favorirà lo sviluppo delle Smart cities è dell’Internet delle Cose.