Peaky Blinders

La sesta stagione di Peaky Blinders procede spedita nei lavori e già si attende la sua uscita mentre arrivano sempre più insistenti conferme per la settima stagione. La serie lanciata nel 2013 racconta le disavventure della famiglia Shelby; in particolar modo quelle del secondo genito, Thomas Shelby, personaggio interpretato da Cillian Murphy, capo della gang da cui la serie prende il nome.

Tra le strade del quartiere di Small Heath, nella Birmingham del 1919, a cavallo tra le due guerre, i Peaky Blinders, chiamati cosi per l’usanza di nascondere una lama di rasoio nella visiera del berretto, tentano di scalare la piramide sociale facendosi strada nella malavita della città.

La serie, come detto, è giunta alla quinta stagione, che si è conclusa con l’assassinio da parte di Thomas del capo della gang ebrea Alfie Solomon, interpretato da Tom Hardy, dopo che quest’ultimo aveva a sua volta attentato alla vita del capo dei Blinders.

Peaky Blinders: cosa aspettarsi dalla sesta stagione

 

La quinta stagione, prima della conclusione, si sviluppa parallelamente alla nascita e diffusione dei nazionalismi europei; e con essi la sempre più travolgente ondata di razzismo che ne consegui. La sesta stagione dovrebbe riprendere sulla stessa falsa riga; l’inizio della sesta stagione di Peaky Blinders dovrebbe coincidere con gli avvenimenti del 1934, anno del consolidamento del potere di Hitler sulla Germania nazista.

Chissà quindi che la storia degli Shelby non possa intrecciarsi con le manovre politiche del Furer tedesco. Come più volte dichiarato dallo stesso autore, infatti, la serie si dovrebbe concludere con il suono della prima sirena che annuncia l’inizio dei bombardamenti.