Anche Lucifer, la serie Netflix che racconta le vicende del angelo caduto, è stata costretta a fermare i lavori a causa del coronavirus. L’impatto del virus che ha causato una vera e propria pandemia è qualcosa di mai visto nella storia dell’uomo. Dopo la Cina e l’Italia anche gli altri stati colpiti sono dovuti ricorrere a misure estreme per contenere il pericolo di diffusione.

Tra gli altri gli stessi Stati Uniti si sono trovati costretti a bloccare prima le linee aeree e poi ad attuare una vera e propria serrata di tutte le attività che non fossero legate alle esigenze primarie dei cittadini. Tra i vari settori colpiti da questo dramma non manca quello dell’intrattenimento; sono infatti numerose le serie, ma anche le grandi produzioni cinematografiche, costrette ad interrompere le proprie attività.

Lucifer e coronavirus: tanta incertezza sul futuro della serie

 

Tra le produzioni colpite dal Coronavirus si annoverano tutte le più attese per la prossima stagione: Stranger Things 4, Riverdale e la stessa Supergirl. Tra queste, purtroppo, la serie che racconta dell’angelo caduto trasmessa dalla piattaforma Netflix. Ad oggi non si può dire con certezza se e quando le riprese riprenderanno, anche se è ovvio come sia nell’interesse di tutti portare a termine la stagione.

Vi è però anche la possibilità che la quinta stagione, essendo ormai in procinto di essere completata, possa essere scissa in due parti. Così facendo si permetterebbe ai fan di tutto il mondo di poter saziare almeno in parte la propria brama. È ancora presto per avere notizie certe e molto dipenderà dalla durata della pandemia; una cosa però è certa, tutti sono al lavoro per trovare una soluzione anche per i fan.