È raro che Apple rilasci suggerimenti sulle nuove tecnologie e aree di prodotto a cui l’azienda è interessata prima di fare un annuncio ufficiale. Ma il CEO Tim Cook ha parlato della realtà aumentata e dei suoi potenziali benefici per anni, molto prima che Apple annunciasse ARKit, il framework che ha lanciato nel 2017 per gli sviluppatori che desiderano creare app abilitate per AR per iPhone e iPad.

Ora, il nuovo iPad Pro di Apple, annunciato la scorsa settimana, potrebbe fornire il più grande indizio su dove siano diretti i prodotti hardware dell’azienda. L’iPad Pro è il primo gadget di Apple dotato di un hardware dedicato per la realtà aumentata grazie al suo sensore Lidar, un’aggiunta che dovrebbe rendere l’iPad Pro migliore nella comprensione dell’ambiente circostante per rendere le app di realtà aumentata più realistiche.

La realtà aumentata potrebbe non essere una tecnologia ancora matura, ma il fatto che sia una delle caratteristiche principali del nuovo iPad Pro potrebbe significare che sta per cambiare. Il nuovo dispositivo, con i suoi sensori AR dedicati, potrebbe anche gettare le basi per ciò che Apple avrebbe potuto pianificare per iPhone e anche oltre.

 

Nuove esperienze

Lo scanner Lidar dell’iPad Pro determina la distanza misurando il tempo impiegato dalla luce per colpire un oggetto. Quando combini i dati presi dallo scanner Lidar, dalla fotocamera e dai sensori di movimento, l’iPad Pro dovrebbe essere più rapido e preciso quando si tratta di determinare la distanza per posizionare e adattare gli oggetti digitali al mondo che ti circonda.

La società sta inoltre lanciando un nuovo strumento chiamato Scene Geometry API per aiutare gli sviluppatori a sfruttare il nuovo sensore Lidar dell’iPad Pro. Quando si utilizza questo strumento, un’app per mobili come Ikea, ad esempio, dovrebbe essere in grado di farti comprendere meglio le dimensioni dello spazio accanto al divano in modo da poter suggerire lampade o tavolini che si adattano a quello spazio.
Inoltre ha offerto strumenti AR per gli sviluppatori di app dal 2017 quando ha lanciato ARKit. Ma l’aggiunta di uno scanner Lidar suggerisce che la realtà aumentata è una priorità maggiore per la società, oltre ad aiutare gli sviluppatori a ottimizzare le app per l’hardware iOS esistente. È il primo segnale che Apple sta progettando hardware dedicato per fornire esperienze AR di alta qualità, che possono dirci molto su ciò che sarà per gli altri prodotti futuri.