L’applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp sta continuando la propria lotta alla fake news e ha deciso di introdurre un nuovo strumento che, insieme a Google, permetterà agli utenti di capire se la notizia è vera o falsa.

All’interno della versione Beta ci sono le prime informazioni su un nuovo strumento che serve a scoprire le notizie false pubblicate dai tantissimi siti poco attendibili. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

WhatsApp: nuova funzione per scovare la fake news

Più precisamente, nel momento in cui si riceve un messaggio che ha “sùbito” tanti inoltri, WhatsApp ci permetterà di capire se si tratta di una notizia falsa o attendibile grazie ad una rapida ricerca su Google. Da parte al messaggio apparirà una lente di ingrandimento che servirà a verificare direttamente su Google se si tratta di una fake o meno. Già da un anno la piattaforma ha iniziato la propria lotta alle fake news e alle truffe che circolano di continuo sulle chat.

I primi messaggi riguardano proprio i messaggi inoltrati, che è proprio il metodo che utilizzano i “fabbricatori” di fake news per rendere virale il messaggio. L’obiettivo finale di questo nuovo strumento è quello di dare all’utente la possibilità di verificare alcuni messaggi sospetti. Il nome della funzione è ancora provvisorio e sarebbe “Cerca i messaggi sul Web”. Cliccando sulla lente di ingrandimento menzionata poco fa, si aprirà una pagina Google con tutti i risultati di rierca riguardanti il messaggio ricevuto. Sarà quindi più facile capire se si tratta di una fake news o di una notizia vera.

La funzione, come anticipato precedentemente, non è ancora sbarcata nella versione Beta, è solamente stata scoperta nei codici dell’applicazione. Attualmente riuscire a capire quando verrà rilasciata ufficialmente è molto complicato. WhatsApp è al lavoro per rilasciare un intero pacchetto strumenti per combattere le fake news e probabilmente potrebbe essere inclusa anche questa funzione. Non ci resta che attendere ancora un po’ di tempo per scoprire maggiori dettagli.