L’emergenza Coronavirus continua a mettere a dura prova l’equilibrio mondiale, infatti i suoi effetti continuano a mietere vittime ad ogni livello, tutte le aziende hanno risentito del duro colpo dovuto alla pandemia.

Il governo, per provare a contenere la diffusione del virus e bloccare il contagio, ha diramato una serie di decreti, ponendo al centro di tutto l’obbligo di restare in casa in quarantena per diminuire il rischio di contagio.

Ovviamente tutto ciò ha portato allo stravolgimento di tutti gli equilibri vigenti nel mondo, infatti si ha avuto un incremento spaziale dello smart-working e dell’utenza sulle piattaforme di e-learing.

I server di WhatsApp in sovraccarico

Stando a quanto emerso dalle ultime analisi di Mark Zuckerberg, tutta la popolazione colpita da COVID-19, sta registrando un valore di utilizzo delle piattaforme social, in primis WhtsApp e Instagram, mai visto prima.

Mark ha messo in guardia da un uso e uno stress così pesante per i server, incriminando non tanto i messaggi di testo, bensì le chiamate vocali e le videochiamate, molto difficili da gestire per i server di Facebook.

Tutto ciò è ovviamente dovuto alla quarantena forzata, che porta gli utenti ad un uso intensivo e costante delle piattaforme.

Zuckerberg afferma che se l’emergenza dovesse espandersi troppo nel mondo, si potrebbe rischiare un blocco totale dei server a seguito del conseguente aumento del traffico di rete.

Questo dato comporterebbe quindi un’intervento di Facebook che potrebbe essere di potenziamento delle proprie piattaforme o di limitazione del traffico.

Non resta che attendere e vedere i provvedimenti che prenderà la nota piattaforma social in virtù dell’emergenza, la quale speriamo si risolverà nel migliore dei modi.