Il colosso di Cupertino Apple, nonostante le parole degli scorsi giorni, secondo le ultime indiscrezioni starebbe valutando di rimandare di qualche mese il lancio di iPhone 12.

Solamente ieri infatti, l’azienda aveva dichiarato di non avere nessuna intenzione di rinviare il lancio del nuovo dispositivo, dichiarando di voler recuperare nei prossimi mesi il tempo perso. Scopriamo cosa è cambiato.

 

Apple probabilmente rinvierà il lancio di iPhone 12

Il colosso guidato da Tim Cook, a causa del nuovo coronavirus, sta attualmente valutando di rinviare il lancio del tanto atteso iPhone 12, previsto il mese di settembre 2020. A riferire la notizia è stato il sito del periodico economico Nikkei Asian Review, citando anche fonti a conoscenza della situazione. La compagnia di Cupertino sarebbe preoccupata dell’impatto della pandemia sui piani di produzione, ma anche sulla domanda.

Una fonte ha spiegato “Apple teme che la situazione attuale possa ridurre in modo significativo il desiderio dei consumatori di aggiornare i loro telefoni, il che potrebbe portare a una ricezione tiepida del primo iPhone 5G”, mentre l’azienda “ha bisogno che il primo iPhone 5G sia un successo“. Il calo delle vendite di smartphone in generale causato dal nuovo coronavirus ha già iniziato a manifestarsi, purtroppo.

Nel mese di febbraio 2020, secondo i dati di Counterpoint Research, riferiti dal sito Reuters, le vendite mondiali di smartphone sono diminuite del 14%. In Cina invece, il mese scorso Apple ed altri produttori hanno chiuso dei negozi, causando un calo delle vendite del 38%. In questa situazione Apple starebbe monitorando la situazione in Europa e negli USA, mercati che insieme rappresentano più della metà delle vendite di iPhone. Sicuramente avremo maggiori dettagli nei prossimi giorni.