Sono moltissimi i telefoni cellulari che nel corso del tempo hanno aumentato il proprio valore diventando quasi degli oggetti preziosi. Tra modelli ormai introvabili, prime edizioni, cellulari che poi hanno fatto la storia e oggetti diventati cult, per i collezionisti non sono pochi i vecchi telefoni ad aver acquisito valore nel tempo invece di subire una svalutazione. Tra questi alcuni sono dei veri e propri gioielli, con valutazioni che possono arrivare anche a 1000 euro.

Telefoni preziosi come il vino: dipende molto dall’età

 

  • Apple iPhone 2G: il primo modello di iPhone è sicuramente diventato un oggetto di culto; anche in virtù della rivoluzione che il melafonino ha portato nel mondo, non solo quello digitale. Il valore attuale oscilla tra i 300 e 1000 euro, a seconda delle condizioni del prodotto.

 

  • Motorola Razr V3 D&G: uno dei cellulari più iconici della sua generazione, il Razr ha per molti anni dominato il mercato di riferimento, al punto da spingere il brand italiano di alta moda D&G a crearne una propria edizione limitata. Il valore attuale va dai 150 euro a salire.

 

  • Nokia E90 Communucator: Uno dei primi smartphone della storia, caratterizzato da una tastiera Qwerty analogica e dalla doppia fotocamera. Il valore di mercato si aggira sui 200 euro, ma con un pò di abilità nel mercanteggiare ci si può arrivare ad incassare quasi 500 euro.

 

  • Motorola DynaTAC 8000x: il DynaTAC risale addirittura al 1984, uno dei modelli da collezione più ricercati al mondo in virtù delle sole 300.000 unità prodotte. Dall’estetica, praticamente inesistente, ricordo di un tempo in cui i telefoni erano meri strumenti per le chiamate. Il valore attuale si attesta su 1000 euro.

 

  • Mobira Senator: Senator è un nome decisamente azzeccato con il senno di poi essendo il padre dei telefoni cellulari. Telefono “mobile” (virgolette d’obbligo visti i suoi 3 chili di peso) che oggi raggiunge il valore di ben 1000 euro.