Nelle ultime settimane non si fa altro che parlare dei dispositivi che l’azienda americana Apple andrà a presentare a settembre 2020, sempre che ci sia una presentazione.

Nelle ultime ore infatti, l’azienda ha fatto sapere di non essere sicura di riuscire a produrre per settembre il prossimo iPhone 12, a causa del rallentamento della produzione dovuto al nuovo coronavirus. Il nuovo modello di iWatch però, potrebbe supportare il Touch ID e il controllo di ossigeno nel sangue. Scopriamo tutti i dettagli.

 

Il prossimo Apple iWatch potrebbe introdurre il Touch ID

La sesta serie di Apple Watch e watchOS 7 sono tra gli argomenti più cliccati nelle ultime settimane, insieme ovviamente ai nuovi modelli di iPhone. Tutti si aspettano che i prodotti in questione siano la punta di diamante del colosso di Cupertino durante un suo prossimo evento. Quest’ultima, secondo le ultime indiscrezioni, punterà tutto sulle nuove tecnologie hardware e nuove funzionalità software, almeno per quanto riguardano gli iWatch.

Alcune fonti molto ben informate ci hanno riferito che Apple sta al momento lavorando all’inserimento del Touch ID per la prossima generazione del wearable. Un approccio potrebbe essere attraverso l’integrazione di un sensore di impronte digitali nella corona digitale. L’altro invece prevederebbe l’aggiunta di un sensore di impronte digitali al di sotto dello schermo.

Un’altra novità potrebbe essere la misurazione dell’ossigeno nel sangue, l’azienda è infatti intenzionata ad aggiungere la possibilità di rilevarla anche se al momento non è chiaro se si tratterà di un semplice aggiornamento software o se sarà necessario un upgrade dell’hardware. In quest’ultimo caso potrebbe non essere disponibile per tutti i modelli precedenti di iWatch. A questo punto non ci resta che attendere maggiori indiscrezioni, magari nelle prossime settimane.