clima ai tropici

Abbiamo sottolineato tante volte come le attività antropiche sempre più sconfinate e “menefreghiste” nei confronti dell’ambiente abbiano ripercussioni notevoli sull’ambiente. In particolare, il surriscaldamento globale ed i cambiamenti climatici che ne conseguono determinano un’accelerazione del processo di fusione dei ghiacci. Un team di ricercatori ha scoperto che la fusione dei ghiacci ai poli, in particolare, influenza notevolmente il clima ai tropici

A riportare questa scoperta è uno studio pubblicato sulla rivista Nature Geoscience da un team di ricercatori dell’Università della California a San Diego e della Columbia University di New York. Nel loro lavoro gli scienziati hanno evidenziato come la fusione del ghiaccio marino nell’Artico e nell’Antartico influenza considerevolmente il clima ai tropici. Ciò, poiché la fusione dei ghiacci ai poli determina un riscaldamento della superficie dell’Oceano Pacifico. Tale riscaldamento, si traduce in un aumento delle piogge e della velocità dei venti nella fascia tropicale.

Mark England, ricercatore dell’Università della California a San Diego, ha dichiarato:

«Pensiamo che questo sia un punto di svolta in quanto dimostra che la perdita di ghiaccio ai poli è cruciale per comprendere i futuri cambiamenti climatici ai tropici. Il nostro studio potrebbe spingere la comunità scientifica a studiare i grandi effetti che la perdita di ghiaccio marino antartico avrà sul sistema climatico».

Inoltre, durante la loro ricerca, gli scienziati americani hanno utilizzato simulazioni al computer per visualizzare quali scenari potrebbero verificarsi entro la fine del secolo nelle zone vicine all’equatore se lo scioglimento dei ghiacci polari continuasse con i ritmi attuali. Secondo i risultati delle simulazioni, la perdita del ghiaccio marino ai poli potrebbe creare insoliti schemi di vento nell’Oceano Pacifico. Tali schemi, potrebbero modificare le correnti oceaniche fino a bloccare il movimento verso l’alto delle acque oceaniche profonde.