Le app Prime Video per iOS e Apple TV di Amazon ora consentono ai clienti di effettuare acquisti in-app, incluso il noleggio e l’acquisto di film e programmi TV. La modifica segna un enorme cambiamento nell’approccio di Amazon all’App Store, che prevede un taglio del 30 percento su tutti gli acquisti in-app.

Prima della modifica, Amazon non ti consentiva di noleggiare o acquistare contenuti sull’app Prime Video, invece, indirizzando gli utenti a un browser Web per evitare la tassa sull’App Store. Potresti comunque iscriverti a un abbonamento Prime Video tramite l’app iOS se non sei un abbonato Amazon Prime, ma anche in questo caso, non puoi effettuare singoli acquisti di contenuti dall’interno dell’app.

Ora, quando gli utenti accedono all’app Prime Video, dovrebbe esserci un messaggio che dice “Sfoglia, noleggia o acquista film di nuova uscita, programmi TV popolari e altro ancora“.

 

Ecco le novità

I prezzi non sembrano essere stati aumentati per tenere conto della commissione del 30 percento, come alcuni proprietari di piattaforme come Spotify hanno fatto in passato. Non è stato immediatamente chiaro se Amazon ha raggiunto un accordo con Apple o se sta davvero decidendo di pagare il taglio completo. Ma da allora Apple ha confermato di aver inserito Amazon Prime Video in un programma consolidato per fornitori di video “premium”.

Apple ha un programma consolidato per i fornitori di intrattenimento video con abbonamento premium per offrire una serie di vantaggi per i clienti, tra cui l’integrazione con l’app Apple TV, il supporto AirPlay 2, le app tvOS“, ha dichiarato Apple in una dichiarazione rilasciata a The Verge. “Su app di qualificazione premium per l’intrattenimento video come Prime Video, Atlice One e Canal +, i clienti hanno la possibilità di acquistare o noleggiare film e programmi TV utilizzando il metodo di pagamento associato al loro abbonamento video esistente.”