NextVR, con sede a Orange County, è una società che produce contenuti video VR basati su eventi speciali tra cui sport e spettacoli musicali, e vanta partnership con l’NBA, Wimbledon e Fox Sports. Il contenuto viene quindi visualizzato dai consumatori sulle proprie cuffie VR a casa, con il supporto offerto per Oculus, HTC, PlayStation VR e altri modelli di cuffie.

Apparentemente la società è in procinto di essere acquisita da Apple, secondo 9to5Mac, con le due società che si ritiene lavorino a un accordo del valore di circa 100 milioni di dollari. Si dice che una società di shell che è controllata da Apple si stia preparando ad assumere la maggior parte degli ingegneri dell’azienda, e sebbene l’acquisizione non sia ancora ufficiale, i dipendenti sembrano essere informati che probabilmente dovranno trasferirsi vicino gli uffici Apple, potenzialmente all’interno di Cupertino.

NextVR potrebbe essere stato candidato all’acquisizione da parte della società a causa di un fallimento del finanziamento della serie C all’inizio del 2019, che ha portato a una riduzione del 40% della forza lavoro. Si suggerisce che la maggiore attenzione della realtà aumentata potrebbe aver reso l’operazione di realtà virtuale di NextVR un rischio per i potenziali investitori.

 

Un’acquisizione che servirà in futuro

Mentre l’esperienza di NextVR nell’acquisizione di versioni VR di eventi live è un business, l’azienda ha anche una tecnologia brevettata per l’upscaling di flussi video che Apple potrebbe essere interessata a utilizzare. NextVR inoltre detiene inoltre più di 40 brevetti tecnologici in VR e tecnologie correlate.

Né NextVR né Apple hanno commentato la storia dell’acquisizione al momento della pubblicazione.

Apple ha investito molto nella realtà aumentata e nella realtà virtuale, con le voci nel corso degli anni che indicano che funzionava su una qualche forma di auricolare AR o VR o occhiali intelligenti. Nel processo, ha anche un considerevole catalogo di brevetti relativi a AR e VR, che copre sia hardware che sistemi per la visualizzazione e la produzione di contenuti.

In termini di prodotti di spedizione, Apple ha rilasciato ARKit, un framework che consente agli sviluppatori di aggiungere funzionalità AR alle loro app iOS.