La serie TV La Casa di Carta è ritornata sulla piattaforma di contenuti in streaming Netflix con la sua quarta parte, lo scorso 3 aprile 2020. La nuova stagione è piena di colpi di scena e più omaggi verso il nostro paese, l’Italia.

Nell’ultima stagione avevamo lasciato Nairobi in fin di vita dopo essere stata colpita dai cecchini della perfida Alicia Sierra, il Professore pronto a tutto pur di vendicare la sua amata Lisbona e Rio e Tokio assediati nella Banca di Spagna dopo aver fatto saltare un carro armato. Scopriamo qualche nuovo dettaglio.

 

Netflix: è tornata La Casa di Carta 4 con nuovi colpi di scena

Finalmente l’attesa è finita e i rapinatori più amati di tutti i tempi con la tuta rossa e la maschera di Dalì sono finalmente tornati. La quarta parte de La Casa di Carta è finalmente arrivata sulla piattaforma di streaming Netflix. Ancora una volta è considerata una delle migliori produzioni di tutti i tempi, che non delude le aspettative e offre il giusto mix di suspense, azione e introspezione.

Dopo l’omaggio all’Italia all’interno della terza stagione, con le scene girate a Firenze e dopo aver esportato all’estero la canzone Bella Ciao, la serie ha voluto omaggiare nuovamente il nostro Paese. Lo ha fatto con due classici del patrimonio musicale italiano, Ti Amo di Umberto Tozzi e Centro di Gravità Permanente di Franco Battiato, cantate da un coro di monaci nel flashback che racconta il matrimonio di Berlino in Italia.

Non vogliamo fare nessun tipo di spoiler per tutti gli utenti che fino ad ora non hanno ancora avuto modo di vedere la quarta parte, ma possiamo solamente dirvi che intorno a metà della stagione verrete assaliti da una suspense e un’ansia che non vi faranno staccare gli occhi dallo schermo. Detto questo, non vi resta che buttarvi sulla piattaforma per scoprire osa succederà alla banda.