Nelle ultime ore l’azienda americana Apple ha pubblicato i dati sulla mobilità anonimi e aggregati per tutti i paesi del mondo e per le principali città.

Secondo i risultati dei dati pubblicati, l’Italia è il Paese dove ci si muove di meno al mondo, eppure le istituzioni dicono che ancora c’e troppa gente in giro. Scopriamo i dettagli.

 

Apple pubblica i dati sulla mobilità nel mondo

Il colosso di Cupertino si è voluto accodare a Google e Facebook, infatti da ieri sono disponibili i dati aggregati sulla mobilità nei principali paesi del mondo, Italia compresa. Dati aggreganti anonimi, che hanno mostrato il trend di mobilità utilizzando quelle informazioni che solitamente vengono utilizzate dai provider per il calcolo del traffico. Si tratta di grafici e dati che vanno presi con molta attenzione e non vanno strumentalizzati.

Se guardiamo l’Italia, le città come Milano e Roma hanno ottenuto un risultato eccellente, con la mobilità ridotta dell’85% ed un valore degli spostamenti ben più basso di quello di altri paesi, Stati Uniti, Germani e Regno Unito. Se andiamo ad analizzare più approfonditamente i dati, ci rendiamo conto di come, prendendo per esempio il segmento “modalità in auto”, l’Italia sia il paese con la più bassa mobilità al mondo.

Per indicare il trend l’azienda ha suddiviso i dati in tre categoria, spostamenti con i mezzi, spostamenti a piedi e spostamenti in auto. Il colosso ha scelto la data del 13 gennaio 2020 come giorno di riferimento. Nei giorni scorsi la mobilità in auto in Italia ha toccato il 12%, picco più basso tra tutti i paesi analizzati. Per fare un paragone, la percentuale toccata ieri in Svezia è il 95%, come se non fosse cambiato nulla.