La carta prepagata PostePay di Poste Italiane sicuramente riserva il titolo di carta di debito maggiormente presente sul suolo nazionale, infatti essa grazie alla sua facilità d’uso e ai ristretti costi di gestione, ha un alto indice di gradimento da parte degli utenti.

Questa popolarità però ha anche un lato oscuro, infatti la carta gialla nei nostri portafogli è spesso presa di mira da truffe congegniate che portano l’utente a perdere i propri risparmi depositati sulla stessa.

Queste truffe come se non bastasse, si sposano perfettamente con l’aggettivo di beffardo, infatti molto spesso portano l’utente a consegnare i propri dati di sua spontanea (e involontaria) volontà.

Pagamenti truffaldini tramite mail

La truffa si articola generalmente tramite un mail truffaldina camuffata da pagamento ricevuto ma non autorizzato o bloccato.

Nel corpo testo infatti si richiede un intervento diretto dell’utente, chiedendogli di sbloccare il pagamento in entrata agendo direttamente, ecco dunque che c’è un invito a cliccare su un link proprio per procedere.

Una volta cliccato il link, esso vi manderà su una pagina di Poste fasulla e creata dagli hacker, dove vi chiedere di sbloccare il pagamento inserendo i vostri dati di carta o del vostro account di gestione della stessa.

La truffa è quasi ultimata, infatti, dal momento che il sito è in diretta gestione da parte degli hacker, essi avranno diretto accesso a tutti i dati inseriti, che useranno per rubarvi tutti i soldi depositati sulla vostra carta.

Il consiglio che vi diamo in merito è quello di eliminare direttamente ogni mail di questo tipo, dal momento che Poste Italiane non usa questo tipo di approcci per dare delle comunicazioni, soprattutto se inerenti ai pagamenti.