Aggiornamento Whatsapp

In questo periodo di emergenza dovuto alla pandemia da Coronavirus, le persone in quarantena hanno adoperato in modo molto più intensivo WhatsApp, la nota piattaforma di messaggistica ha visto infatti un incredibile aumento di utenza, legato all’uso per tenersi in contatto e diffondere news.

Proprio quest’ultimo punto sta particolarmente a cuore a Facebook (proprietaria della piattaforma), la quale vuole porre un freno alla diffusione di notizie false tramite la propria app, dal momento che appunto l’enorme diffusione di fake news in questo periodo ha portato ad una vera e propria infodemia, fonte di panico.

Le misure contro le fake news

Facebook ha deciso così di implementare nuove funzioni contro la diffusione di fake news, le quali verranno piano piano inserite con i prossimi aggiornamenti.

Queste nuove feature consisteranno in una nuova spunta di segnalazione, in una funzionalità di ricerca e in una nuova limitazione alla condivisione.

La nuova spunta di segnalazione apparirà sotto forma di una doppia freccia e fregerà i messaggi che nella loro storia saranno stati condivisi o inoltrati per più di 5 volte, indice che probabilmente fanno parte di una catena di Sant’Antonio, scarso indice di affidabilità.

La funzionalità di ricerca invece, prenderà vita come una piccola lente di ingrandimento cliccabile che accompagnerà ogni messaggio che riceverete, questa non farà altro che incollare il testo del messaggio nella barra di ricerca Google, permettendo di cercare e verificare possibili news in arrivo.

Il blocco alla condivisione invece riguarda una nuova limitazione imposta per aumentare la frizione alla diffusione esagerata di fake news, ovvero d’ora in avanti si potrà inoltrare un qualunque messaggio ad un massimo di un contatto alla volta, soluzione intrapresa per fare da collo di bottiglia alla notizie false e alle catene di Sant’Antonio.

Queste misure prese da Facebook sono create appositamente per diminuire la diffusione di notizie false, causa di caos e panico nella comunità digitale, non rimane che attendere i prossimi aggiornamenti per vederle prendere vita.