pianificare

Una delle caratteristiche più importanti della memoria è quella di permetterci di proiettarci indietro oppure in avanti come quando cerchiamo di pianificare il nostro futuro. Però, secondo un recente studio, essere sottoposti a stress psicologico ci impedisce di pianificare in anticipo ostacolando questa nostra straordinaria capacità.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato su Current Biology e condotto da alcuni ricercatori della Stanford University. Per giungere a tale conclusione, i ricercatori statunitensi hanno eseguito esperimenti su alcuni partecipanti esaminandone l’attività cerebrale tramite la fMRI. Per indurre stress psicologico, gli scienziati hanno “inflitto” su alcuni dei partecipanti una leggera scossa elettrica durante alcune passeggiate virtuali. Gli esperti hanno notato che i partecipanti che non subivano la scossa elettrica sceglievano scorciatoie più efficienti per arrivare all’obiettivo. La loro scelta era basata sui ricordi di percorsi effettuati in precedenza. Per contro, i soggetti che subivano la scossa elettrica tendevano a scegliere percorsi più tortuosi e meno efficienti. A fronte di questi risultati, Anthony Wagner, psicologo di Stanford, ha affermato:

«Lo stress può privarti della capacità di attingere ai sistemi cognitivi alla base della memoria e del comportamento diretto agli obiettivi che ti consentono di risolvere i problemi in modo più rapido, più efficiente ed efficace».

Pertanto, è come se il nostro cervello in condizioni di stress psicologico fosse spinto a pensare di meno, riducendo le capacità di pianificare le azioni future. Questo studio, dunque, potrebbe rappresentare un valido sostegno per tutte quelle persone che soffrono di elevati livelli di stress psicologico che inficiano le loro capacità di pianificare il futuro. Ciò, perché impedisce loro di poter attingere ai loro archivi della memoria dove si trovano i loro ricordi.