animale

Durante una spedizione scientifica al largo dell’Australia occidentale, un gruppo di scienziati ha individuato quello che potrebbe essere l’animale più lungo del mondo. Si tratta di un sifonoforo lungo ben 45 metri.

Questa straordinaria scoperta ha avuto luogo durante una spedizione scientifica nei pressi dei canyon sottomarini di Ningaloo, al largo dell’Australia occidentale. L’animale individuato è un sifonoforo di 45 metri di lunghezza, un invertebrato marino gelatinoso composto da colonie di zooidi. Questi ultimi, sostanzialmente, non fanno altro che clonarsi migliaia di volte in corpi specializzati che poi finiscono per lavorare in gruppo. Potrebbe trattarsi dell’animale più lungo mai individuato finora. Però, oltre ad aver scoperto il sifonoforo di 45 metri, durante la spedizione, gli scienziati hanno individuato altri reperti altrettanto interessanti. Gli scienziati coinvolti appartengono al Western Australian Museum e la loro spedizione è stata coordinata da Nerida Wilson e da altri scienziati di altre istituzioni.

In particolare, durante la suddetta spedizione scientifica i ricercatori australiani hanno utilizzato un robot subacqueo denominato ROV SuBastian. Grazie all’androide, gli scienziati hanno potuto esplorare le profondità dell’oceano fino ai 4.500 metri di profondità per 181 ore di immersioni totali. Durante le ricerche, gli scienziati hanno scoperto varie e grandi comunità di spugne vitree (Hyalospongiae) e altre specie rare. Tra queste, ricordiamo il calamaro polpo bioluminescente di Taning, il cetriolo di mare a coda lunga e altre specie di molluschi, cirripedi e aragoste tozze.

Grazie a questa spedizione scientifica, è venuta fuori un’incredibile collezione di organismi che ci fanno capire che la biodiversità sussiste nelle profondità degli oceani. E molto ancora di questa ricchezza biologica, rimane da scoprire.