La carta prepagata PostePay è sicuramente la carta più presente sul nostro territorio, infatti grazie alla sua versatilità e ai costi di gestione relativamente bassi, gode di una grande popolarità nella popolazione.

Questa sua grande popolarità la espone però oltre che ad un’ampia fetta di utenti, anche da un alto tasso di truffe, infatti i malintenzionati hanno un certo occhio per la nostra carta gialla di fiducia e ingegnano truffe ad hoc per rubare tutto il denaro depositato in essa.

Molto spesso queste truffe sono oltre che letali, anche beffarde, dal momento che portano lo stesso utente a consegnare i dati sensibili con le sue stesse mani attraverso delle tattiche ingannevoli.

Fate attenzione a questi dettagli

Generalmente le truffe in questione si palesano attraverso messaggi di testo ricevuti via SMS, WhatsApp o e-mail, contenendo un corpo testo che invita l’utente a eseguire delle azioni importanti, magari inerenti un ipotetico cambio policy di Poste o per sbloccare un pagamento in arrivo.

Sotto il corpo testo poi generalmente si presenta un link che vi porterà ad una falsa pagina di Poste Italiane appunto creata per rubarvi i dati sensibili della vostra carta, che puntualmente vi verranno richiesti per procedere alla richiesta presente nel corpo testo.

Dal momento che a gestire il sito sono proprio i truffatori, questi potranno registrare qualunque dato inserirete all’interno di esso e lo potranno usare per svuotarvi il conto.

Quello che vi consigliamo è di fare attenzione, guardando con occhio malfidato e scettico a certi messaggi, a maggior ragione se hanno delle caratteristiche sovrapponibili a quelle sopraelencate, dal momento che nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di truffe, ricordate che Poste Italiane non ha certe politiche e non manda importanti comunicazioni tramite dei banali messaggi.