Da qualche ora il social network Facebook ha annunciato ufficialmente il lancio Messenger Rooms, nuovo servizio di videochiamate che punta a competere con l’applicazione Zoom e altri rivali del momento.

Fin dal momento del comunicato, erano espliciti i riferimenti ad una futura integrazione di Messenger Rooms con l’applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp ed altri servizi del colosso guidato da Zuckerberg. Scopriamo insieme in che modo.

 

WhatsApp sarà collegato al nuovo servizio Facebook Messenger Rooms

L’ultima Beta dell’applicazione di messaggistica WhatsApp per Android ha iniziato ad implementare una serie di scorciatoie e rimandi a Facebook Messenger Rooms. Più precisamente, all’interno di una conversazione, con un un tap sulla graffetta in basso a destra, comparirà nel menu contestuale anche un riferimento ai servizi di videochiamata che, se selezionato, presenterà la funzionalità suggerendo di proseguire nell’applicazione indicata.

Un’altra scorciatoia comparirà nel tab dedicato alle chiamate, sottoforma di FAB dedicato, in basso a destra, che permetterà a sua volta di creare una stanza per una videochiamata di gruppo, per poi proseguire su Messenger Rooms. Queste novità, sono tutte al momento in fase di studio e non risultano ancora disponibili per gli utenti. Non possiamo però escludere che presto potrebbero iniziare a comparire in un rilascio pubblico.

Quando l’utente sceglie di cliccare Room, l’applicazione offre inoltre una spiegazione del suo funzionamento, ricordando che la stanza verrà creata su Facebook Messenger, e non su WhatsApp. Lo stesso collegamento è anche presente nella scheda Chiamate e quando si provano a chiamare i contatti. Che dire, non vediamo l’ora di scoprirla con i nostri occhi.