WhatsApp è da sempre la piattaforma di messaggistica più usata dalla community, l’applicazione infatti gode di una grandissima popolarità guadagnata grazie alla sua semplicità d’uso sposata ad un ampio numero di funzionalità.

Come se non bastasse, a migliorare il rapporto degli utenti con l’app di Facebook, ci ha pensato il suo costante stato di aggiornamento, che la rendono sempre fregiata di tutte le funzionalità più ricercate, unito alla sua natura completamente gratuita.

WhatsApp infatti è una piattaforma di messaggistica caratterizzata dall‘assenza di costi aggiuntivi per la fruizione, una feature arrivata in seguito alla sua introduzione che ha reso la community particolarmente entusiasta.

La politica di Facebook

Una volta acquistato, Facebook ha sempre pensato ad un modo per rendere economicamente più produttivo WhatsApp, arrivando a valutare la reintroduzione di un canone annuale per l’uso dell’applicazione o anche l’introduzione di annunci pubblicitari.

Tutte queste idee ovviamente hanno scosso il pubblico, che ha reagito molto negativamente in merito fomentando la possibilità di un abbandono in massa della piattaforma in favore di Telegram.

A quanto pare a distanza di mesi il team di gestione di Facebook starebbe ripensando alla possibilità di introdurre le pubblicità all’interno dell’app e stando a quanto emerso in rete, la data fissata per questo passaggio epocale è il 2021.

Facebook avrebbe infatti intenzione di introdurre le pubblicità all’interno delle stories, in modo tale da non avere un’inserimento aggressivo tale da stravolgere l’applicazione.

Non rimane dunque che attendere gli sviluppi e vedere come deciderà di procedere Facebook, sperando che si tratti solo di un progetto che non vedrà mai luce.