WhatsApp è sicuramente la piattaforma di messagging più adoperata sul pianeta, la nota app infatti vanta una platea di oltre 2 miliardi di utenti e continua a crescere, soprattutto in questo periodo di quarantena, in cui l’applicazione di Facebook ha contribuito ad abbattere le distanze sociali.

Una delle caratteristiche maggiormente apprezzate è da sempre stata la natura gratuita della piattaforma, la quale inizialmente partì con un canone annuo di appena 89 centesimi per poi diventare totalmente gratuita, fattore che accostato al costante stato di aggiornamento che la caratterizza, la rende la scelta d’elezione di tutti gli utenti.

Facebook però ha da sempre espresso la volontà di rendere la sua app più redditizia, minacciando a più riprese la reintroduzione del canone annuo o anche l’introduzione delle pubblicità all’interno dell’app.

La politica per il 2021

A quanto pare Facebook ha nuovamente ricominciato a pensare alla possibilità di introdurre le pubblicità dentro WhatsApp, in particolare all’interno delle storie, in modo tale da non rendere la loro presenza troppo aggressiva ma comunque efficace per aumentare la resa economica dell’applicazione.

Ovviamente la community non è molto ben disposta nei confronti di questa possibile novità, dal momento che andrebbe a minare la natura storica che da sempre ha caratterizzato l’applicazione.

Non rimane dunque che attendere e vedere come Facebook deciderà di agire, non ci sarebbe da sorprendersi di un’eventuale introduzione, dal momento che l’attuale stato di emergenza ha provocato un danno economico di cui anche Facebook ha risentito, motivo ovviamente più che valido per l’azienda di casa Zuckerberg per procedere con le pubblicità