1888

Era il 22 Agosto 1888 quando un meteorite si schiantò sulla Terra. Proprio in quella circostanza si verificò il primo caso confermato di morte di un uomo colpito da un meteorite in caduta sul nostro Pianeta.

A dimostrarlo a distanza di ben 132 anni è uno studio pubblicato sulla rivista Meteoritics & Planetary Science condotto da un team di ricercatori internazionale. Per il loro lavoro, gli scienziati hanno raccolto ed analizzato vari documenti prelevati dagli archivi di Stato della Turchia. Nello specifico, durante le loro intense ricerche, gli scienziati hanno individuato tre documenti che risulterebbero “estremamente convincenti” nel descrivere l’incidente avvenuto nel 1888. Secondo quanto riportato nei documenti analizzati, alle 20.30 del 22 Agosto 1888, alcune persone nell’area di Sulaymaniyah, in Iraq, avvistarono una grossa palla di fuoco nel cielo. Quest’ultima, provocò una sorta di pioggia di fuoco che si protrasse per circa 10 minuti. Fu proprio questa pioggia di detriti roventi che provocò la morte di un uomo ed il ferimento di un altro che restò paralizzato.

Riuscire a dimostrare che un uomo sia morto a causa di un meteorite che ha impattato sulla superficie non è semplice. Ciò perché quando il meteorite impatta è quasi impossibile trovarne i detriti che testimoniano la sua provenienza spaziale. Lo studio in questione dimostra che quello della Turchia potrebbe essere il primo caso di un uomo morto per un meteorite in caduta sulla Terra. L’unico altro caso particolarmente eclatante relativo ad una persona ferita da un meteorite risale al 1954. Durante questo episodio, una donna di nome Ann Hodges rimase gravemente ferita dopo che un meteorite colpì il tetto della sua abitazione.