Italia

Dall’inizio della pandemia da SARS-CoV-2, abbiamo assistito di frequente ad immagini e video in cui si vedevano operatori alle prese con la disinfezione degli ambienti. Molto presto in Italia, grazie al progetto Robotica REstart, saranno avviati i test con i robot che si occuperanno della disinfezione degli ambienti.

Si tratta di veri e propri robot che disinfetteranno gli ambienti in modo da garantire la totale sicurezza per gli operatori. Infatti, questi ultimi potranno controllare gli androidi a distanza. Il progetto Robotica REstart, rappresenta un’idea nata in Italia dalla collaborazione di diversi enti che lo hanno finanziato e di ricercatori che hanno creato gli androidi. I robot saranno il risultato della riconversione di tecnologie sviluppate nell’ambito della robotica per ispezione all’interno di una piattaforma robotica per la disinfezione degli ambienti. Inoltre, l’androide disporrà di lampade UV-C o erogatori spray di soluzioni disinfettanti. L’obiettivo del progetto nato in Italia è quello di ottenere una disinfezione totale e sicura degli ambienti per permettere lo svolgimento delle attività nel rispetto delle norme igieniche.

Il responsabile scientifico del progetto, Antonio Frisoli del laboratorio di Robotica Percettiva dell’Istituto TeCIP della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, ha affermato:

«È cruciale investire già oggi nello sviluppo delle nuove tecnologie che garantiranno la nostra sicurezza di domani nei luoghi e spazi condivisi, quali gli ambienti sanitari, di lavoro o di attività culturali e sociali».

Nel video che segue possiamo osservare come funziona il COVID ROBOT utilizzabile per la disinfezione degli ambienti e frutto di un progetto tutto italiano.