piante

Per la prima volta possiamo assistere ad un fenomeno molto straordinario: le piante che si illuminano. È come trovarsi all’interno delle scene del film Avatar. Queste piante sono il frutto di un intenso lavoro di ricerca che ha condotto alla loro realizzazione.

Nello specifico, ricercatori russi della startup biotecnologica Planta e Accademia russa delle scienze hanno presentato il loro straordinario prodotto con uno studio pubblicato su Nature Biotechnology. Gli scienziati hanno condotto i loro esperimenti sul tabacco perché il suo codice genetico è ampiamente conosciuto e perché è una pianta che cresce rapidamente. Nonostante ciò, i ricercatori pensano di poter ottenere gli stessi risultati anche con piante di rose, petunie e pervinche che potrebbero così illuminarsi. Per ottenere il loro risultato gli scienziati hanno trasferito nel DNA delle piante le sequenze genetiche che controllano la luminescenza in una specie di funghi. La cosa incredibile è che le piante ottenute possiedono una capacità di luminescenza 10 volte superiore a quelle sviluppate finora. Inoltre gli organismi luminescenti ottenuti si illuminano in modo costante, dalla nascita sino alla loro maturità.

Sicuramente progettare nuove caratteristiche biologiche in un organismo, è complesso perché le sequenze del DNA aggiunte devono integrarsi in modo perfetto all’interno del DNA dell’ospite così da non alterare il suo metabolismo. La specie di fungo utilizzato per realizzare le piante luminescenti è la Neonothopanus Nambi il cui metabolismo cellulare è simile a quello di alcune piante, compreso il tabacco. Proprio da tale evidenza biochimica i ricercatori hanno pensato di trasmettere la porzione del DNA fungino nel DNA della pianta di tabacco. Il risultato è stato ottenere delle piante che brillano di luce verde per tutto il loro ciclo vitale.